Il corso di “patine moderne” che teniamo a Milano presso il laboratorio di Arte del restauro si conferma un corso di grande successo. Puoi leggere i commenti qui. Ma perchè facciamo un corso di patine moderne? E cosa significa esattamente? Innanzitutto facciamo chiarezza sul termine “patine”. Se cerchiamo sul vocabolario il termine troviamo:

  • Velatura che si forma sulla superficie degli oggetti, dovuta al tempo e agli agenti atmosferici: il formarsi della p. sugli affreschi; strato di ossidazione che si forma sugli oggetti metallici
  • Strato di qualsiasi materia coprente che viene steso intenzionalmente su una superficie: dare una p. di vernice sulle finestre; anche, sostanza che si stende sulla superficie degli oggetti per antichizzarli.

Le patine

Per patine intendiamo quindi uno strato di materiale steso su un oggetto, un mobile o una parete, per dare un “sapore vissuto” e ossidato. Diciamo che si tratta di una evoluzione della tecnica shabby dove non ci limitiamo a decorare con del colore la superficie ma aggiungiamo anche del materiale per creare spessori. Su questi spessori possiamo lavorare sia con il colore che con materiali di granulometria differente. L’effetto che vogliamo ottenere è, ad esempio, quello che vediamo sui vecchi muri, dove intonaci diversi, macchie di umidità, colori sovrapposti hanno creato negli anni una “patina” che dona “sapore” all’insieme. Oppure quello che succede ai mobili quando hanno avuto una storia “travagliata” e a strati di colore si sono aggiunti ai segni della loro vita.

Le patine moderne

Chiarito il concetto di “patine” definiamo perché “moderne”. Esistono molti modi per patinare e non c’è un modo giusto o un modo sbagliato per farlo. Ogni maestro decoratore ha le sue ricette  e ottiene le sue patine. Noi di Arte del restauro preferiamo usare materiali moderni come malte e resine ed evitiamo l’uso di colle naturali e gesso. Ci piace pensare a processi di decorazione semplici e facilmente replicabili. Le patine che creiamo devono essere sicure, ben aggrappate sulle superfici e durevoli nel tempo.

Le foto del corso

Vediamo insieme alcune foto tratte dagli ultimi corsi in laboratorio:

Antonio, il maestro decoratore ha una grande esperienza di decorazione e restauro.

Con lui impari ad usare gli strumenti del decoratore sulle superfici…

…e a mescolare le terre e i pigmenti fino ad ottenere i colori desiderati.

Puoi decidere di fare superfici molto grezze…

…e impari a lisciarle e a finirle con oli, cere e resine.

Qualcuno chiama questo effetto materico “sgarruppato” 🙂

Lavori la superficie per ottenere gli effetti che desideri, marmorizzato, liscio o lavorato.

Con lo spessore del materiale puoi creare decorazioni ispirate all’800…

…o di sapore più moderno e industriale.

Senza dimenticare le ossidazioni. in questo corso infatti impari ad imitare le ossidazioni metalliche. Nell’immagine qui sopra vedi due ossidazioni, una vera e una falsa fatta durante l’ultimo corso. Sai riconoscere quella falsa?

Conosci le patine, le ossidazioni e le scrostature al corso di Patine moderne e superfici materiche.

Il maestro Carlo

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva