semenzaioE’ arrivato Settembre, le giornate si stanno accorciando rapidamente e la luce si fa più morbida e soffusa. Se hai un piccolo orto o un orto sul balcone  è il momento di raccogliere gli ultimi ortaggi estivi, di fare essiccare le tue erbe aromatiche e di raccoglierle in graziosi vasetti. Il loro profumo accompagnerà i tuoi piatti per tutto inverno.

Settembre è  anche il momento di pulire per bene il terreno e prepararlo per la  semina in pieno campo di barbabietole, biete, carote, cavoli, finocchi,  indivie, prezzemolo, rape, ravanelli, cicoria da taglio, rucola e valeriana. Queste ultime si adattano bene anche alla coltivazione sul tuo balcone e,  con il loro rapido accrescimento, ti daranno la possibilità di avere anche in questa stagione ortaggi freschi in tavola.  Cavoli cappuccio, finocchi e cipolle richiedono l’uso del semenzaio poiché andranno trapiantati tra novembre e dicembre.

Se possiedi il tuo angolino verde sul balcone ma sei sprovvista di semenzaio, puoi divertirti e riciclare  vassoietti in plastica che trovi nelle scatole dei cioccolatini, contenitori delle uova, vasetti degli yogurt. Oppure seguire le istruzioni per costruirne uno vero e proprio leggendo le istruzioni contenute nei link che trovi in fondo alla pagina.

Possiamo mettere a dimora anche i porri e, verso la fine del mese e per tutto quello successivo,  piantare spicchi di aglio utilissimo in cucina. Ne esistono di due varietà: l’aglio bianco (indicato per le piantagioni effettuate tra dicembre e marzo) e l’aglio rosa (più adatto ad essere piantato tra ottobre e dicembre). Quest’ultimo rispetto a quello  bianco ha un ciclo di coltivazione leggermente più breve di circa un mese e bulbi molto più grossi ma meno idonei alla conservazione: sono quindi più adatti alla consumazione immediata.

Se hai la fortuna di vivere al sud puoi ancora trapiantare qualche pianta di pomodoro (già fiorita, possibilmente!). Se il tuo orto è rallegrato dalle zucche con i loro variegati e sgargianti colori è tempo di raccoglierle. Se però desideri godere più a lungo della loro vista ricorda di raccoglierle prima delle gelate.  Otterrai così frutti  dal sapore più dolce  e potrai conservarle più a lungo.

Ricorda che con la luna crescente si seminano tutte le piante che si sviluppano al di sopra della superficie del terreno (spinaci, lattughe, cicorie…), mentre con la luna calante vanno seminate tutte le piante che si sviluppano sotto terra (carote, cipolle, aglio, ravanelli…). Prima della semina, controlla sempre il calendario presente sul retro della bustina d’acquisto dei semi: il calendario può variare da varietà a varietà.

Infine  presta attenzione alla qualità dei semi che impieghi per non correre il rischio di mangiare prodotti modificati geneticamente.  Magari nel nostro piccolo orto, se le caratteristiche del terreno lo permettono, potremmo coltivarci  quelle varietà a rischio di estinzione scambiando i semi con tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro pianeta.

Impara come costruire un semenzaio, anche a scuola, su Growtheplanet

Scopri come progettare e costruire una serra fai da te su Landescape

Leggi questo articolo sull’imporanza dei semi antichi su Civiltà contadina

Scambia i tuoi semi e le tue piante su Semiepiante.net

Immagine da Psicomamme