Finalmente meno timidi, i raggi del sole mandano in soffitta la vecchia stagione, l’aria si riscalda e noi siamo di buonumore! Del resto, come non esserlo con l’esplosione del verde e dei colori che annuncia il ritorno della primavera? Se anche tu ammiri affascinata i balconi fioriti delle amiche, il giardino della casa in campagna dei genitori o i banchetti dei fiorai al mercatino, probabilmente ti sarà già capitato d’incontrare una delle regine floreali di questa stagione: stiamo parlando della dalia.

 dalie-donnacreativa.net

Originaria del Messico, questa pianta porta in sé tutta la calda sensualità della terra da cui proviene e un ventaglio di ricordi legati all’infanzia, perché le dalie sono un fiore per così dire antico, amatissimo già dalle nostre nonne e oggi tornato di gran moda. Numerose le varietà presenti in natura, dalle dalie a palla o a pompon (con fiori tondeggianti e petali a coppa) fino a quelle cosiddette a cactus (con petali lunghi e sottili, rivolti verso l’alto), passando per le dalie a collaretto, che hanno la parte centrale formata da una corona di fiorellini di colore diverso rispetto ai petali esterni.

Gialle o rosse, ma anche nelle sfumature del rosa/fucsia e dell’arancio, le dalie daranno un morbido tocco di vitalità e freschezza alla tua casa: ti va di coltivarle? Il periodo migliore per farlo è proprio questo, tra la fine di marzo e aprile, o anche ai primi di maggio, l’importante è assicurarsi che non ci sia più il rischio di gelate tardive, perché le dalie non sopportano il freddo. Non hai a disposizione un giardino? Nessun problema, la coltivazione delle dalie non richiede grandi spazi ed è sufficiente anche solo l’aiuola di un balcone o un vaso.

dalia05-donnacreativa.net

Per collocare questa pianta (che è da esterno) scegli una zona sufficientemente soleggiata e ventilata, magari anche esposta alla luce solare diretta, dato che le dalie vivono bene ad alte temperature. Pianta il bulbo (oppure una talea, una radice tuberizzata, o anche una piantina già formata) in terreno ben concimato e con una percentuale di sabbia, che serve a drenare (se stai coltivando in vaso, aggiungi della sabbia sul fondo). Per assicurare alla tua dalia una fioritura più ricca, usa un terriccio con concime organico e ripeti periodicamente la concimazione (ogni due settimane circa) fino allo spuntare delle prime foglie.

Tranquilla, le dalie non ti porteranno via troppo tempo e ti daranno grande soddisfazione anche se con il giardinaggio sei alle prime armi. Gli unici piccoli accorgimenti da avere sono tagliare via eventuali parti appassite e non lasciar morire di sete la pianta, perché vivendo al sole le dalie hanno bisogno di molta acqua (certo, evita gli eccessi, altrimenti i bulbi finiranno per marcire).

dalia07-donnacreativa.net

Ora le tue belle dalie faranno tutto da sole, e da luglio all’inizio dell’autunno fioriranno con un arcobaleno di colori: nelle giornate in cui ti senti un po’ giù, una capatina sul balcone può ridarti il buonumore…

Immagini da Pinterest