Ricerca - Dr.Hauschka Cosmetics - Tesori della natura trasformati per te 2013-10-28 16-44-41Le grandi rivoluzioni passano dai gesti più quotidiani, ok, lo sapevi già, ma che in tutto questo c’entri anche il tuo beauty case ci avevi mai pensato? Creme, profumi, saponi, deodoranti, trucchi: è sempre una questione di pelle, della nostra pelle, e di quel che ci mettiamo sopra.

Succede allora che molte donne (e non solo donne) decidono di essere “vanitose responsabilmente”, sì, insomma di prendere bellezza e salute con un solo flacone scegliendo cosmetici eco-bio, ottenuti con materie prime di origine naturale (quali polpa di frutta, estratti di piante, latte, miele, farine), provenienti da coltivazioni biologiche o comunque sottoposte a processi di produzione che hanno un basso impatto ambientale.

Ma come sono fatti i cosmetici eco-bio? Le loro caratteristiche principali si possono riassumere così:

  • assenza di sostante chimiche e di derivati del petrolio ampiamente utilizzati nei cosmetici industriali classici, pensiamo a siliconi, antiossidanti, emollienti, oli e grassi sintetici;
  • assenza di pesticidi e ogm: le materie prime vegetali usate nei cosmetici eco-bio non vengono prodotte in vitro, arrivano dai campi e sono frutto di un’agricoltura che rispetta l’ambiente;
  • tutela degli animali, dal momento che questo tipo di cosmetici non contiene derivati di macellazione e non è testato su animali;
  • packaging eco-friendly, con riduzione degli imballaggi e uso per gli stessi di materiali riciclabili;
  • tinte neutre: i cosmetici eco-bio non presentano coloranti artificiali, quindi se vedi un prodotto dal colore troppo acceso o magari addirittura fluo, beh, comincia a insospettirti…

A definire l’identikit dei cosmetici eco-bio ci sono poi l’etichettatura e la certificazione, che offrono fondamentali indizi per riconoscere i veri prodotti green.

Leggere l’etichetta di una crema o di un profumo può sembrarti difficile almeno quanto decifrare un ideogramma giapponese, ma tranquilla, la soluzione c’è: fidati del latino e della brevità, perché il latino è la lingua in cui vengono indicati gli estratti vegetali (l’inglese si usa invece per i composti chimici) e perché i cosmetici eco-bio hanno una formulazione semplice, con pochi componenti. Considera inoltre che gli ingredienti presenti in percentuali maggiori sono quelli che si trovano in cima alla lista, il che può aiutarti a scoprire se una maschera al limone ha mai visto un limone vero oppure no…

Infine il bollino di certificazione, che può essere attribuito da diversi enti: a livello internazionale fra le più importanti certificazioni per i cosmetici eco-bio troviamo quelle di Eco-Label, Cosmos Standard, Natrue, Ecocert e Cosmebio, mentre per l’Italia le certificazioni più affidabili sono rilasciate da Icea, CCPB e Bioagricert. 

I vantaggi dei cosmetici eco-bio? Ora che hai imparato a conoscerli non avrai difficoltà a capire quanto facciano bene alla tua salute e all’ambiente, perché:

  • grazie alle sostanze naturali sono prodotti dermo-compatibili e ti mettono al riparo da allergie o irritazioni;
  • non contengono sostanze che possono provocare danni a lungo termine sull’organismo (pensiamo alle nitrosammine, composti cancerogeni);
  • combattono l’inquinamento e semplificano la gestione dei rifiuti, e se l’ambiente sta meglio stai meglio anche tu;
  • rispetto ai cosmetici classici, puoi usarli in dosi minori ottenendo la stessa efficacia, perché sono più concentrati.

Il tuo beauty case non sarà più come prima. Basta poco, basta metterci dentro un po’ di natura, e un po’ di cosmetici eco-bio.

Immagine da Dott. Hauschka

Ti potrebbe anche interessare…. il sapone d’Aleppo..